Cultura

E le stelle stanno a guardare …..Apricale 2013

Apricale Apricale, Agosto 2013 Il magico borgo di Apricale ospiterà per la 24esima edizione la rassegna teatrale "e le stelle stanno a guardare....", un appuntamento consolidatissimo dell'estate del Ponente Ligure. L'edizione 2013 porterà in scena, grazie agli eccellenti attori del Teatro della Tosse di Genova, "Shakespeare Dream", ultimo lavoro della compagnia del capoluogo ligure. Dal 6 al 17 agosto 2013 le vie e le piazze di Apricale si trasformeranno dando vita a soffuse atmosfere, romantici inni alle stelle ed in ogni angolo si respirerà la magia del teatro notturno unita all'incantevole palcoscenico naturale che si presta ancora una volta ad incantare migliaia di spettatori. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito del Teatro della Tosse.    

Festival de Cannes 2013

Festival di Cannes Si svolgerà dal 15 al 26 maggio 2013 a Cannes, perla della Costa Azzurra,  uno dei festival del Cinema più famosi al mondo. Saranno due settimane ricche di eventi mondani, sfilate di grandi attori e attrici sul tappeto rosso dove si svolgono le classiche passerelle dedicate ai protagonisti della rassegna. Molti saranno i film in concorso, molti registi internazionali aspettano proprio Cannes per presentare le loro ultime creazioni cinematografiche.Le opere si contenderanno la famosa Palma d'Oro che, insieme al Leone d'Oro di Venezia e all'Orso d'Oro di Berlino, rappresenta uno dei più importanti premi legati al cinema a livello europeo. Durante il periodo del Festival di Cannes saranno molte le iniziative, le mostre, le conferenze legate al mondo del cinema, oltre naturalmente alle proiezioni dei film in concorso e alle famose lezioni di cinema. Per tutte le informazioni e gli orari degli eventi è possibile consultare il sito del Festival.

Festival del Cinema di Cannes

festival cinema cannesLa 65esima edizione del Festival del Cinema di Cannes si svolgerà dal 16 al 27 maggio 2012 nella città perla della Costa Azzurra. Si tratta di un  Festival di grande tradizione cinematografica, uno dei più illustri a livello internazionale che raccoglierà in questo angolo di Francia i maggiori attori ed attrici del grande schermo. Saranno giorni pieni di eventi, proiezioni, mondanità tutti proiettati alla proclamazione dei vincitori a cui sarà assegnata la Palma d'Oro. Grande attesa c'è anche per la sfilata sul tappeto rosso posto davanti al Palais des Festivals et des Congres, dove si svolge il Festival e  che si trova affacciato sulla Promenade de la Croisette, storica passeggiata sul lungomare di Cannes.

L’ultimo Sultano Ottomano a Sanremo

La città di Sanremo, conosciuta nel mondo come cittadina sul mare, ed ambita meta di villeggiatura fin dai secoli passati, è a tutti nota per i meravigliosi fiori, il Casinò, e per il Festival della canzone italiana ma ha un volto più intenso ed a molti sconosciuto. La Città dei Fiori ha scritto molte pagine di storia del passato e fra queste ricordiamo come proprio a Villa Magnolie (oggi sede del Liceo cittadino), visse la parte finale della sua vita l'ultimo Sultano Ottomano: Maometto VI. Maometto VI giunse a Sanremo il 20 maggio 1923, arrivò nel Ponente ligure in treno ed accompagnato da una scorta. Era fuggito da Istanbul nel 1922 a bordo di una nave britannica e approdò nell'isola di Malta, scelta per il suo esilio, ma in seguito fece rotta nella Riviera dei Fiori. L'ultimo Signore di Turchia era stato detronizzato dal generale Mustafa Kemal ed in attesa di ritornare in patria da vincitore scelse questo angolo d'Italia nel quale morirà solo nel maggio di tre anni dopo, in esilio e senza essere potuto ritornare al potere. La scelta di Sanremo è comprensibile poichè in quegli anni il prestigio e la fama a livello internazionale del posto arrivavano ai quattro angoli del mondo, Sanremo poteva essere ben considerata come una piccola Costantinopoli, affacciata sul mare, ricca e frequentata dai maggiori personaggi di spicco internazionale, cuore della belle-epoque italiana. Inizialmente venne ospitato peer un breve periodo nella dimora che fu dello scienziato svedese Alfred Nobel, in seguito si spostò di poche centinaia di metri ed approdò a Villa Magnolie. I tre anni che il sultano-califfo passò a Sanremo, dal 1923 al 1926, furono mesi di grandi lavori da parte del sovrano, idee politiche, progetti, portati avanti anche grazie alle numerose conoscenze ed agli incontri che ebbe con emissari islamici, con Benito Mussolini in quel periodo appena salito al potere in Italia, incontrò nei Saloni del Casinò Municipale anche il Re d'Italia, Vittorio Emanuele III. Villa le Magnolie a Sanremo
La sua corte variegata era formata da varie mogli, spie, accompagnatori, eunuchi e personaggi di dubbia moralità... il mondo che girava attorno al Sultano era ricco di colpi di scena e con molte ricchezze a disposizione che spesso andarono a rimpinguare le casse del vicino Casinò. La villa che lo ospitò venne costruita nel 1870 e prese il nome dal Marchese Dufour che ne commissionò l'edificazione, ospitò anche i Duchi di Aosta Amedeo di Savoia, dal 1874 al 1876, ed in quegli anni le sue stanze videro anche la zarina Maria Alexandrovna, che vi passò un inverno, alla quale è dedicato Corso Imperatrice. Nei primi anni del '900 il nome venne cambiato in Villa Magnolie, denominazione che conserva tuttora.

Al Nyala Suite Hotel di Sanremo arrivano le Femmes Létales di Luca Lombardi

[smooth=id:3;]

Il suo obiettivo è andato a caccia dello spirito femminile e lo ha trasformato in belva feroce. Ha percepito la donna come una manifestazione di contrasti e, lentamente, le ha fatto subire una vera e propria metamorfosi.

Così ha operato Luca Lombardi - giovane fotografo di Sanremo che ha al suo attivo diverse collaborazioni con grandi aziende, designer, enti di promozione turistica e promotori di eventi di lusso - con le quindici ragazze protagoniste di “Femme Létales”, la mostra fotografica che è allestita nelle prestigiose sale del Nyala Suite Hotel.

Un viaggio attraverso l’espressività capace di svelare i segreti di una donna colta allo stato brado e che, al contempo, riesce a presentarsi come spirito e bestia feroce.

Le ragazze, tutte della provincia di Imperia – racconta Luca Lombardi – non hanno mai avuto esperienze nel mondo della moda e non sono nemmeno interessate a farne parte. Per loro è stato solo un gioco. Ho voluto anche dimostrare che è possibile realizzare un progetto pulito, senza dover ricorrere a tutti i costi al nudo. Grazie al trucco e alle acconciature di Daniela Mazzucchelli di Genova, aiutata da Giorgia Ciliberto, è stato possibile far emergere la loro personalità”.

L’occhio del visitatore può così soffermarsi sui contrasti delle trenta fotografie: le giovani ragazze lentamente si trasformano e iniziano a comunicare attraverso il colore, lo sguardo e un aspetto sempre più animalesco, che le porta ad assumere nuove sembianze e nuove identità.

La fotografia dal canto suo diventa suono, impressione, pennellata. A parlare ci pensano il respiro, il colore e l’immagine di una donna trasformata ormai in serpente, medusa, pipistrello.

"Siamo orgogliosi- commenta Igor Varnero (Nyala Suite Hotel)- di ospitare nelle nostre Sale d'Arte un giovane fotografo sanremese che si è fatto conoscere per i suoi scatti di qualità e che oggi debutta nel campo dell'arte pura con un progetto originale ed emozionante, cogliendo appieno lo spirito del nostro progetto che vuole essere al servizio dei talenti artistici della nostra città".

Le ragazze fotografate sono: Jessica Caruso, Giorgia Di Loreto, Greta Wallin, Alessandra Rinaldi e la piccola Beatrice Simeon, Carlotta Toselli, Aura Radulescu, Francesca Ventura, Jessica Bianco, Elisa Delle Monache, Ginevra Vesco, Silvia Dragonetti, Monica Markos, Marika Martini, Greta Cortese, Nicla Savini.

In occasione del vernissage, Andrea Cartotto, responsabile per i progetti didattici in Liguria dell'Istituto Formazione Franchi, ha consegnato a Luca Lombardi un attestato che premia il suo impegno e la sua etica professionale dimostrati sia nel suo lavoro quotidiano che in occasione degli eventi formativi sulla sicurezza informatica organizzati in varie località dall'Istituto Formazione Franchi (gruppo 2F).

  Luca Lombardi Femmes létales Sale d’Arte Nyala dal 3 aprile al 3 maggio 2012 Tutti i giorni dalle 9 alle 19 Ingresso libero  

Riviera & Scandinavia, un incontro ricco di sorprese.

Villa Nobel a Sanremo
La Riviera dei Fiori ed i Paesi Scandinavi sono territori lontani migliaia di chilometri e molto diversi per clima, tradizioni e cultura. Incuriosirà sapere come vi siano invece sottili legami che uniscono per varie ragioni le due terre. Alfred Nobel è conosciuto per essere stato lo scopritore della dinamite, a lui sono altresì intitolati i premi che ogni anno vengono assegnati in Stoccolma ad esimie personalità che si sono distinte in vari campi. Lo scienziato svedese passò gli ultimi anni  della sua vita a Sanremo, dove morì a 63 anni il 10 dicembre 1896. La testimonianza più interessante del suo passaggio in Riviera è sicuramente la magnifica villa con parco che si trova in Corso Cavallotti a Sanremo, da lui definita ”mio nido” ed oggi proprietà della Provincia di Imperia. Villa Nobel ospita al suo interno la biblioteca nobeliana ed una raccolta di oggetti personali e cimeli appartenenti allo scienziato svedese, messi a disposizione dalla Fondazione Nobel di Stoccolma. Sanremo e Stoccolma hanno in comune l’eredità culturale e scientifica di Alfred Nobel ed ogni anno per il 10 dicembre,  data dell’assegnazione degli importanti premi a lui dedicati, la Città dei Fiori offre alla capitale svedese un cospicuo omaggio floreale. Provengono dalla Riviera dei Fiori le composizioni che adornano la Sala dei Concerti dove vengono assegnati i Premi Nobel, sono garofani, gladioli, gerbere ed altre migliaia e migliaia di profumate primizie che addobbano anche la Sala Blu nel Palazzo del Municipio dove si svolge il banchetto con il Re ed i suoi selezionatissimi invitati.   Un altro personaggio che ebbe importanti legami con Sanremo fu Evert Taube, un conosciutissimo cantautore folk svedese, vissuto a cavallo fra l’Ottocento ed il Novecento. La Svezia lo ricorda come uno dei poeti nazionali e la città di Stoccolma ha eretto un monumento in suo onore. La Riviera dei Fiori ed in particolare Sanremo furono un’importante fonte di ispirazione per la sua vena lirica. Un poema di ispirazione romantica, “Serenata in Sanremo”, fu dedicato alla sua futura moglie, Astri Bergman, che conobbe nella Città dei Fiori nel1920 aVilla Bella Vista. La seconda lirica di carattere più spiritoso si intitola "Il Panettiere allegro in Sanremo"e parla di un panettiere che mentre impasta il pane canta e si intrattiene amabilmente con alcune signore ma l’intervento della moglie rimette tutti al proprio posto!   Anche a tavola può esprimersi l’unione fra la Riviera e la Scandinavia, prendiamo ad esempio lo stoccafisso, pietanza tipicamente nord europea ed uniamolo con l’olio extravergine d’oliva delle valli della Riviera ligure, si darà vita ad un connubio eccezionale! Lo stoccafisso o pesce bastone è una particolare lavorazione del merluzzo che ha origine nei paesi Scandinavi, in particolare le Isole Lofoten, arcipelago a Nord est della Norvegia. Queste isole basano la loro economia ed alimentazione su questo pregiato alimento, esportandolo in tutto il mondo. Badalucco, piccolo centro della Valle Argentina, gemellato da vari anni con le Isole Lofoten, celebra da più di quarant’anni questo prezioso alimento dedicandogli a metà settembre una strepitosa Sagra dove viene cucinato lo stoccafisso con un’antichissima ricetta, detta appunto “alla badalucchese”. Un tempo lo stoccafisso era considerato un piatto povero ma molto utilizzato complice l’ottima conservabilità e la buona carica proteica che apportava. Narra la leggenda che lo stoccafisso sfamò la popolazione di Badalucco durante un lungo assedio nel periodo delle incursioni barbaresche, da qui la celebrazione del piatto simbolo del paese.   Castelbianco è un centro nell’immediato entroterra di Albenga, provincia di Savona, composto da quattro frazioni, Veravo, Vesallo, Oresine e Colletta. Borgate come queste se ne trovano tante in Liguria, immerse tra fasce di ulivi e alberi da frutta, qualche casa, resti di mulini e frantoi, segni di un passato vivo e laborioso. Dopo il violento terremoto che nel febbraio del 1887 si abbatté sul Ponente ligure il centro si andò via via spopolandosi, in particolare Colletta. Oggi nel XXI secolo Colletta di Castelbianco fa parlare di sé per essersi trasformato in un borgo telematico, un centro del futuro completamente votato alla tecnologia. La trasformazione è avvenuta grazie ad un gruppo di intraprendenti stranieri, norvegesi, olandesi, nord europei in generale, proprietari dei sessanta alloggi acquistati e restaurati in stile ma con un cuore cablato. Il piccolo borgo è rinato a nuova vita, si festeggia nuovamente la festa dell’olio, bacchiatura, raccolta e spremitura delle olive, ognuno fa la sua parte, in armonia e tutti parlano la stessa lingua che ormai è diventata l’inglese.

A cena con Libereso Guglielmi, il giardiniere di Calvino

[caption id="attachment_1255" align="alignleft" width="300" caption="Libereso Guglielmi"]Libereso Guglielmi[/caption] E’ un raffinato e originale menu vegetariano quello proposto dal Nyala Suite Hotel di Sanremo per giovedì 15 dicembre in occasione di una piacevole cena con Libereso Guglielmi. Tutti gli interessati possono partecipare prenotandosi al numero 0184/667 668 La cena, dal costo di 34 euro, prevede il seguente menù:
  • polentine con il ragù di chiodini
  • quenelle di melanzane con yogurt greco
  • mousse di funghi con gli spinaci e la ricotta
  • perla di formaggio con il radicchio trevigiano e il miele
  • crespelle di tofu ai funghi con le olive taggiasche
  • risotto allo zafferano mantecato con il burro vacche rosse e la mozzarella di bufala
  • crocchette di semolino e le uova in salsa verde con il flan di cavolo
  • torta di ricotta
  • delizia alle mele renette
Bevande comprese: acqua Lurisia gasata e naturale, Rossese DOC Calvini e Vermentino Doc Calvini. Caffè servito al tavolo.Con l’occasione sarà presentato anche il Calendario 2012 di Libereso Guglielmi realizzato dalla casa editrice Zem (www.edizionizem.com) con intervento di Claudio Porchia. Si tratta di un originale calendario da tavola dove appare in tutta la sua bellezza e varietà quel mondo vegetariano così amato da Libereso che non prevede solo l’introduzione di erbe spontanee e fiori nei piatti di tutti i giorni ma anche una grande attenzione al calendario e all’alternarsi delle stagioni. Inoltre, sarà possibile visitare la mostra di acquerelli e disegni realizzati da Libereso Guglielmi e ispirati al mondo della natura tuttora in corso presso le Sale d’Arte del Nyala (l’esposizione è curata dalla dottoressa Giorgia Cassini).

In mostra gli acquerelli di Libereso Guglielmi

Sono visitabili presso le prestigiose Sale d'Arte, gli acquerelli di Libereso Guglielmi. Si tratta di delicate rappresentazioni di fiori, piante e ortaggi, caratterizzati da leggerezza rappresentativa e da immediatezza espressiva.I soggetti, colti ora singolarmente, ora raggruppati per famiglie in minime o grandi composizioni, sono da Libereso studiati e amati. In ciascuno di essi il giardiniere di Mario Calvino coglie l’essenza, la personalità. Ogni fiore, ogni pianta ha una sua storia. E Libereso Guglielmi la racconta attraverso queste delicate e leggere rappresentazioni.

[smooth=id:2;]

Libereso Guglielmi Acquerelli

Sale d'Arte Nyala Tutti i giorni dalle 9 alle 19 Ingresso libero

A Genova da novembre la mostra ” Van Gogh e il viaggio di Gauguin “

Van Gogh e Gauguin a Genova
Partirà il 12 novembre 2011 presso Palazzo Ducale a Genova, nelle sale espositive dell'Appartamento del Doge, una grande mostra tematica dal titolo "Van Gogh e il viaggio di Gauguin" L'organizzazione è stata curata da Marco Goldin, storico dell'arte trevigiano che porterà a Genova un'ottantina di capolavori dell'arte europea e americana dell'XIX e del XX secolo. Il tema cardine sarà il viaggio, inteso come scoperta di nuovi territori, esplorazione e spostamento ma anche percorso interiore ed introspezione artistica. Si potranno vedere  alcune lettere originali di Vincent van Gogh ed una quarantina di suoi capolavori, altre opere esposte saranno di Hopper, Turner, Morandi, Kandinsky, Monet e vari artisti del panorama europeo ed americano degli ultimi secoli. Sarà esposto per la seconda volta in Europa il quadro di Paul Gauguin "Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?", proveniente da Boston. La mostra sarà visitabile sino al 15 aprile 2012 con i seguenti orari, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19, il sabato e la domenica dalle 9 alle 20. Come in ogni occasione la nostra agenzia è felice di proporre un pacchetto dedicato alla mostra: pernottamento in hotel in camera doppia trattamento di camera e colazione  più ingresso alla mostra a partire da € 99,00 a persona. Concontattateci per maggiorni informazioni.  

Il celebre Gian Genta in mostra a Sanremo

San Remo, Italy.

[smooth=id:1;]

E' stata inaugurata venerdì 5 agosto, presso le Sale d’Arte, Où allez-vous, la belle?", la mostra del noto ceramista di Savona Gian Genta curata dal critico d’arte Giorgia Cassini. Gian Genta è un artista complesso, inquieto. Un autodidatta. E la sua arte è ricerca intimista, palese, un espressionismo non solo formale ma pienamente assimilato e rielaborato secondo parametri di assoluta originalità. Un primitivismo forte, talora disturbante e grottesco ma vivo e profondamente vero.“Gian Genta – precisa la dottoressa Cassini - porta l’esultanza creativa del suo temperamento unita al sottile ingegno indagatore nell’espressione dei volti delle giovani donne, nell’essenzialità dei volumi, nell’eleganza delle soluzioni decorative e nel taglio particolarissimo delle belle teste femminili così come, in genere, in tutta l’opera ceramica ove sempre è evidente un forte intento espressionistico che si traduce in forme raffinatamente arcaizzanti”.

La mostra rappresenta un evento d’eccezione per festeggiare il primo compleanno delle prestigiose Sale d’Arte. La mostra è visitabile sino al 5 settembre. Tutti i giorni, dalle ore 10 alle 19. Ingresso libero.

Gian Genta Où allez-vous, la belle?"

a cura di Giorgia Cassini

Sale d'Arte Nyala Nyala Suite Hotel Via Solaro 134 - Sanremo